Ti hanno clonato la carta PostePay?

lunedì, giugno 27th, 2011

Non di rado accade che la carta prepagata PostePay, fornita dalle Poste Italiane Spa, venga clonata e, di conseguenza, vengano effettuati dei prelievi illeciti, talvolta anche di somme consistenti.

Gli utenti/consumatori subiscono, in tali casi, oltre al danno di vedersi “rubare” i propri risparmi, anche la beffa da parte di Poste Italiane, che oppone un deciso diniego alla richiesta di rimborso di tali somme.

Ebbene, molti non sanno che Poste Italiane Spa, in qualità di depositaria a titolo oneroso, è tenuta al rimborso di tutte le somme illecitamente prelevate, salvo che la clonazione della carta non sia dipesa da imprudente comportamento del titolare, che ha comunicato il proprio codice segreto a terzi o lo ha inserito in siti internet non protetti.

Normalmente, con una lettera di diffida da parte di uno studio legale, le Poste provvedono al rimborso delle somme richieste e al pagamento delle spese per l'intervento del legale.

Per ulteriori informazioni rivolgersi a:

BOUTIQUE DEL DIRITTO

Via Poliziano, 12 – 20154 Milano

Tel. 02.91533539 – fax 02.91533538

e-mail: info@boutiquedeldiritto.it

www.boutiquedeldiritto.it