Da Forever selenio, zinco, rame, glutatione, coenzima 10, melatonina, acido urico ecc

sabato, Maggio 21st, 2011

Contro nemici così pericolosi cosa possiamo fare? Possiamo da un lato favorire l’attività epatica, dall’altro introdurre quelli che vengono chiamati agenti antiossidanti e che hanno appunto la capacità di inibire l’azione dei radicali inattivandoli e ripristinando l’equilibrio fisiologico dell’organismo.I principali agenti antiossidanti sono: pigmenti vegetali: polifenoli e bioflavonoidi;vitamine: vitamina C, vitamina E, betacarotene (provitA) micronutrienti ed enzimi: selenio, zinco, rame, glutatione, coenzima 10, melatonina, acido urico ecc..Una cosa è da evidenziare e da tenere nella dovuta considerazione. Ciascun agente antiossidante ha un raggio d’azione limitato ad uno o due specifici radicali liberi. Pertanto solo una dieta completa ed equilibrata può garantire un’efficace azione antiossidante.A proposito di dieta facciamo una riflessione perché sicuramente molti si domanderanno se con una accurata dieta sarebbe possibile introdurre la quantità opportuna di agenti antiossidanti.Senza andare a specificare numeri e tabelle la quantità di frutta e verdura che dovremmo mangiare è uno sproposito e anche se fossimo così bravi rimane il fatto che la frutta e verdura di oggi è ben lontana dalle tabelle nutrizionali di un tempo. Così si introducono sicuramente molta fibra ma ben poche vitamine e micronutrienti. Ecco perché sarà molto più saggio integrare con un prodotto come il Pomesteen piuttosto che combattere i radicali liberi con la sola dieta.Esiste una tabella denominata “Classifica ORAC” …

VEDI TUTTO