Repubblica Moldova:parlamentari hanno adottato legge contro gay e trans

martedì, aprile 30th, 2013

ssemblea del Popolo ha approvato la propria legge sulla parità di genere. Secondo la legge, i matrimoni omosessuali sono vietati all’interno dell’unità amministrativa.

La legge prevede inoltre che i datori di lavoro hanno il diritto di rifiutare di fornire posti di lavoro per le persone con orientamento sessuale non tradizionale.

Publika.md ricorda che il Parlamento ha approvato la legge sulle pari opportunità al 25 Maggio 2012 , con un voto di 53 deputati. Due socialisti, un deputato democratico e uno dei liberali democratici hanno votato contro. Minoranze sessuali hanno mostrato soddisfatto questa legge e sacerdoti hanno espresso la loro indignazione.

 

ssemblea del Popolo ha approvato la propria legge sulla parità di genere. Secondo la legge, i matrimoni omosessuali sono vietati all’interno dell’unità amministrativa.

La legge prevede inoltre che i datori di lavoro hanno il diritto di rifiutare di fornire posti di lavoro per le persone con orientamento sessuale non tradizionale.

Publika.md ricorda che il Parlamento ha approvato la legge sulle pari opportunità al 25 Maggio 2012 , con un voto di 53 deputati. Due socialisti, un deputato democratico e uno dei liberali democratici hanno votato contro. Minoranze sessuali hanno mostrato soddisfatto questa legge e sacerdoti hanno espresso la loro indignazione.

ssemblea del Popolo ha approvato la propria legge sulla parità di genere. Secondo la legge, i matrimoni omosessuali sono vietati all’interno dell’unità amministrativa.

La legge prevede inoltre che i datori di lavoro hanno il diritto di rifiutare di fornire posti di lavoro per le persone con orientamento sessuale non tradizionale.

Publika.md ricorda che il Parlamento ha approvato la legge sulle pari opportunità al 25 Maggio 2012 , con un voto di 53 deputati. Due socialisti, un deputato democratico e uno dei liberali democratici hanno votato contro. Minoranze sessuali hanno mostrato soddisfatto questa legge e sacerdoti hanno espresso la loro indignazione.

 

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.