Vale la pena di fare il test, per avere la pillola dei 5 giorno dopo.

mercoledì, ottobre 17th, 2012

Ebbene sì! Anche se l’Italia è l’unico paese al mondo che ha approvato la pillola dei cinque giorni dopo con un test di gravidanza obbligatorio per la prescrizione, in fondo si tratta solo di un semplice test. Il test di gravidanza richiesto, infatti, è un banale test urinario con dosaggio beta-Hcg che si acquista facilmente in farmacia o in alternativa un’analisi del sangue.

Tale test mira a escludere che si possa essere già incinta a seguito di un rapporto precedente a quello per il quale si ricorre alla pillola dei cinque giorni dopo, in quanto è necessario almeno una settimana dal rapporto, perché i test rilevino un’eventuale gravidanza.

Trattandosi di un farmaco di nuova generazione, la pillola dei cinque giorni dopo, offre una maggiore efficacia contraccettiva rispetto alla precedente pillola del giorno dopo. Va assunta sempre il prima possibile dopo una rapporto a rischio a rischio di gravidanza indesiderata: in ogni caso, se assunta entro le prime 24 ore ha un’efficacia fino a 3 volte superiore e fino a 2 volte, se assunta entro le prime 72. Per questo è stata già definita la “contraccezione di scorta 2.0”. Ed è quindi normale che si preferisca questo farmaco rispetto al precedente, che invece non richiede il test di gravidanza.

È bene ricordare che la pillola dei cinque giorni dopo è una contraccezione di scorta o di emergenza, vale da dire un farmaco che non deve essere assunto in via continuativa o come metodo contraccettivo abituale, ma deve essere assunto quando non è stato usato alcun contraccettivo o si pensa che il proprio metodo abbia fallito, come ad esempio:

    quando si usa il cosiddetto “coito interrotto”, che non è un metodo affidabile a causa del liquido pre-eiaculatorio che può contenere spermatozoi,
    quando ci si accorge che il preservativo si è rotto o si è sfilato,
    quando ci si è scordati di prendere la pillola, o di riposizionare l’anello o il cerotto,
    quando si sono verificati episodi di vomito e diarrea a poche ore di distanza dall’assunzione della pillola.

In tutti questi casi, dunque, è sufficiente effettuare un test di gravidanza a base di beta-Hcg, acquistato in farmacia, e portarlo con sé dal medico, per richiedere la prescrizione.

Per ogni chiarimento http://www.mettiche.it

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.