Investimento o autoimpiego? Il Franchising ha una doppia faccia

giovedì, Febbraio 24th, 2011

L'Osservatorio InfoFranchising.it seguendo le recenti indicazioni delle principali Associazioni di Categoria, Assofranchising, Confimprese e FIF, ha affrontato il tema del Franchising puntando a diffondere una migliore conoscenza del sistema.

Prima di proporsi come franchisee é comunque opportuno trovare un locale; infatti le prime cose che chiederanno saranno le caratteristiche del locale (posizione, zona, superficie espositiva, ecc.) oltre che l'investimento da realizzare. Le modalità di selezione sono autonome tra le catene e non è improbabile essere oggetto di numerose domande quali , ad esempio:
||”perché ha scelto questo settore piuttosto di un altro?”,
||”perché ha scelto il nostro marchio piuttosto che un altro?”,
||”se la sente di fare del franchising la sua attività principale”,
||”quanto pensa di guadagnare da questa attività?”

Il Franchising non è un acquisto d'impulso e quindi è sempre bene diffidare dei franchisor superficiali che fanno tutto facile. Se le trattative vanno in porto verrà sottoposto un contratto di franchising – inutile dire che va letto con estrema attenzione, chiedendo qualsiasi chiarimento ritenessi necessario, e proponendo modifiche se le ritenessi necessarie (un contratto non é un testo sacro, e deve soddisfare ambo le parti). Prima di impegnarsi con un franchisor, far bene i conti per l'avviamento, che sono comunque in gran parte (o totalmente) a carico del nuovo affiliato.

Per approfondimenti :
QuiFranchising – Le catene di Franchising in Italia
LeggeFranchising.it – La legge del Franchising in Italia